10 – 28 novembre EM Nishiazabu Gallery Tokyo

EM Nishiazabu Gallery and Goro International Press Tokyo
Proudly present the Photo Exhibition:

A moment of inattention given to life
Images by: Umberto Stefanelli
Event in collaboration with the Italian Cultural Institute
Project Manager: Sergio Emiliano

November 10th – 28th 2015 at EM Nishiazabu Gallery Tokyo
Opening: Tuesday November 10th 2015, at 6 pm
4-17-10 Nishiazabu Minato-ku Tokyo 106-0031

The way of taking pictures has changed dramatically in recent years.
The image’s been taken on a different level, freed from traditional rules and stereotypes.
Point-and-shoot-cameras and new generation cell phones have a great potential.

Photography, however, is not only a technological innovation, mathematical formulas, or pixels. Photography is a companion that relaxes and elevates the soul.
These images are my travel notes, mental meanderings, dreamlike fantasies, where simplicity chases poetry.
Phobias of curly hair, revelations, awakenings, obsessive-compulsive disorders, toys, pages of gastronomic eros.
Victories, defeats, white walls, ego to contain, hermeticism, soldiers, photographs and inscriptions. Hazels in the eyes, words in the hands.
Because when a dream – one of those I used to have as a child – suddenly crosses my way again, my Muse eternalises that moment of inattention given to life in the labyrinth of my memory.
 
La EM Nishiazabu Gallery e la Goro International Press Tokyo
Sono liete di presentare la mostra fotografica:
Un attimo di distrazione regalato alla vita
Immagini di: Umberto Stefanelli
Con il Patrocinio dell’Istituto Italiano di Cultura
Project Manager: Sergio Emiliano

10 – 28 novembre 2015 presso la EM Nishiazabu Gallery Tokyo

Vernissage: martedì 10 novembre 2015, ore 18,00
4-17-10 Nishiazabu Minato-ku Tokyo 106-0031

Il modo di fotografare è cambiato profondamente negli ultimi anni.
La tecnologia ha messo alla portata di tutti prodotti dalle dimensioni ridotte, ma con un potenziale notevole. Macchine fotografiche compatte e telefonini di ultima generazione sono una palese “istigazione” a fotografare.
La fotografia però non è soltanto innovazione tecnologica, formule matematiche o pixel. La fotografia è una compagna che rilassa ed arricchisce l’anima.
Queste mie immagini sono appunti di viaggio, divagazioni mentali, fantasie oniriche, dove la semplicità rincorre la poesia.

Fobie da capelli ricci, rivelazioni, risvegli, disturbi ossessivo-compulsivi, balocchi, pagine di eros gastronomico.

Vittorie, sconfitte, muri bianchi, ego da contenere, ermetismo, soldati, fotografie e dediche. Nocciola negli occhi, parole nelle mani. Perché quando un sogno da bambino mi attraversa all’improvviso la strada, la mia Musa cristallizza nel labirinto della memoria quell’attimo di distrazione regalato alla vita.

 

click here to see the exhibition

show main info Like 3

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url